20 aprile 2021

La melatonina e altri rimedi contro l'insonnia

Dormire bene è fondamentale per il nostro benessere: durante il sonno, il nostro corpo rallenta il metabolismo, stimola la produzione di proteine utili per il sistema immunitario, avvia diversi processi di rigenerazione cellulare e normalizza le sinapsi cerebrali per riordinare le informazioni accumulate durante la giornata e recuperare energie mentali.

A seconda dell’età e della predisposizione individuale, la durata consigliata del sonno è compresa tra le 6 e le 8 ore, ma la qualità del riposo è ugualmente importante: 6 ore filate saranno più ristoratrici di 8 ore inframezzate da momenti di veglia.

Questo secondo caso è solo un esempio dei tanti disturbi del sonno che possono impedirci di dormire bene, creandoci difficoltà nella vita quotidiana ed esponendoci maggiormente alle malattie: tra questi, il più noto e diffuso è sicuramente l’insonnia.

L’insonnia è, letteralmente, la mancanza di sonno, scatenata da fattori fisici o psicologici, o da cattive abitudini che ci impediscono di prendere sonno (insonnia iniziale), causano bruschi risvegli durante la notte (insonnia intermedia) o ci fanno svegliare prima del previsto senza possibilità di riaddormentarsi (insonnia terminale).

Nel nostro Paese circa il 25% della popolazione soffre di insonnia ricorrente (8 milioni) o cronica (4 milioni), ma i numeri sono sicuramente più alti se si considerano fenomeni più sporadici, che però rendono ugualmente difficile la vita per chi ne soffre: bisogna anche considerare che lo stress da coronavirus e la sindrome da lockdown hanno sensibilmente incrementato il numero di casi in Italia.

Si può combattere l’insonnia? Trattandosi di un fenomeno molto articolato, non esiste una risposta universalmente valida, ma nella maggior parte dei casi sì, si può intervenire.

Prima di tutto, alcune abitudini aiutano il nostro organismo a essere nelle condizioni migliori per dormire all’orario desiderato; tra queste:

· evitare smartphone e PC prima di andare a letto;

· contenere il consumo di sostanze stimolanti come tabacco, caffè e alcol;

· mangiare cene leggere almeno tre ore prima di coricarsi;

· mantenere orari di riposo e sveglia regolari.

Cause scatenanti psicologiche come lo stress, invece, se non possono essere risolte alla radice richiedono un intervento esterno per forzare il corpo e la mente a rilassarsi e a riposare.

Esistono infatti integratori alimentari e farmaci di automedicazione che sfruttano le naturali proprietà sedative delle piante e i meccanismi ormonali dell’organismo per combattere l’insonnia quando gli altri approcci falliscono.

Sedanam Notte** è un integratore alimentare a base di Scutellaria, Valeriana, Passiflora, Ashwagandha, Biancospino e Melatonina: **i primi quattro ingredienti contribuiscono, con diversi gradi di intensità, al rilassamento e al benessere mentale, mentre la **Melatonina **integra la naturale produzione dell’organismo di questo ormone che dice al nostro organismo quando dormire e quando essere sveglio in base alla presenza della luce.

Dormiplant, invece, è un farmaco vegetale che unisce gli estratti secchi di radice di Valeriana, nota per le sue proprietà rilassanti, e di foglie di Melissa, con effetti antiossidanti e antispasmodici, così da ottenere un blando sedativo ideale per il trattamento di insonnia e stress.

Scopri come combattere l’insonnia con la melatonina e altri prodotti rilassanti, e ritrova il tuo benessere!


Ultimi articoli

18 giugno 2021

A cosa servono gli integratori per il ferro

La dose giornaliera di ferro per garantire il benessere dell’organismo si attesta, a seconda di sesso ed età, tra i 10 e 18 milligrammi (27 in gravidanza), e normalmente viene assunta con l’alimentazione:...

20 aprile 2021

La melatonina e altri rimedi contro l'insonnia

Dormire bene è fondamentale per il nostro benessere: **durante il sonno, il nostro corpo rallenta il metabolismo, stimola la produzione di proteine utili per il sistema immunitario, avvia diversi processi di...

09 aprile 2021

Proteggere la salute e l'energia durante il cambio di stagione

Ogni cambio di stagione ha un forte impatto sul nostro organismo: le variazioni delle condizioni climatiche (temperatura, umidità, pressione, …) e del numero di ore di luce influenzano il nostro...