13 agosto 2021

La corretta igiene orale per denti smaglianti

Prendersi cura di se stessi è importante per il proprio benessere, ma anche per le proprie relazioni sociali: molte corrette abitudini di vita si traducono in un bell’aspetto che lascia un impatto positivo, quindi si riesce a stare bene con se stessi e con gli altri!

In questa categoria rientra certamente l’igiene orale: una sua cura quotidiana si traduce in un sorriso smagliante, in un alito fresco e in una dentatura efficiente; al contrario, trascurandola si hanno conseguenze spiacevoli sia a livello estetico sia in ambito di salute.

In primo luogo, bisogna sapere che nella nostra bocca sono naturalmente presenti numerose specie di batteri: in condizioni normali, molti di questi microrganismi hanno un effetto utile al nostro corpo, rimuovendo residui di cibo e impedendo l’insediamento di altre specie batteriche più aggressive.

Tuttavia, una scorretta igiene orale lascia molti più residui di cibo che permettono ai batteri di crescere in numero al punto tale da avere effetti negativi sul nostro cavo orale.

I cosiddetti batteri della carie, in particolare, utilizzano i nutrienti per innescare processi chimici che erodono dentina e smalto, i due tessuti altamente mineralizzati che rendono i denti bianchi e resistenti, fino ad aprirsi un varco per i tessuti molli e causare un’infezione.

A ciò si aggiunge l’incapacità del nostro organismo di rigenerare la dentina: l’azione dei batteri non solo ci fa star male, ma compromette in modo permanente il dente, obbligando quindi a interventi correttivi come le otturazioni.

Infine, ingiallimento dei denti e alito cattivo possono essere conseguenza dell’azione di questi batteri, ma non solo: alcune sostanze che introduciamo in bocca possono lasciare segni permanenti del loro passaggio se non contrastate da un’adeguata pulizia, come caffè, liquirizia, tè, cioccolato, caramello, tabacco da masticare e fumo di sigaretta.

In definitiva, una corretta igiene orale è molto importante, perciò bisogna:

  • lavarsi i denti con spazzolino e dentifricio dopo i pasti e prima di andare a dormire;
  • preferire spazzolini con manici dritti e setole arrotondate di uguale lunghezza;
  • cambiare lo spazzolino ogni 3 mesi;
  • utilizzare filo interdentale e collutorio per integrare l’azione dello spazzolino;
  • masticare apposite gomme quando si è impossibilitati a ricorrere ad altri metodi.

Scopri tutti i nostri prodotti per l’igiene orale e proteggi i tuoi denti per un sorriso smagliante!


Ultimi articoli

17 maggio 2022

Come prendersi cura della pelle?

La pelle è il ‘vestito’ che indossiamo ogni giorno della nostra vita e come tale sia definisce come ci presentiamo agli altri, sia ci fa sentire confortevoli o meno in tutte le nostre azioni quotidiane; ma a...

10 maggio 2022

I modi per combattere lo stress

Evoluzionisticamente parlando, lo stress è un meccanismo di difesa con cui l’organismo affronta situazioni che richiedono un’immediata reazione: rilasciando il cortisolo, aumentando il battito del cuore e...

28 aprile 2022

Quali sono i rimedi per i dolori mestruali?

I dolori mestruali sono un’inevitabile e fastidiosa ricorrenza per le donne in età fertile: se non è avvenuta una fecondazione, ogni mese l’organismo espelle la parete uterina (endometrio) preparata per...