30 maggio 2022

Creme solari per un’abbronzatura bella e salutare

I raggi solari sono composti da diversi tipi di radiazioni elettromagnetiche, di cui solo una minima parte costituisce la luce visibile, mentre il resto è composto da infrarossi, che riscaldano ciò che toccano, e ultravioletti, che si suddividono in tre tipi, ovvero UV-A, UV-B e UV-C.

Gli ultravioletti sono potenzialmente dannosi per il nostro organismo:

  • Gli UV-A penetrano nella pelle, riducendone l’elasticità, accelerando l’invecchiamento cutaneo e aumentando il rischio di tumori;
  • Gli UV-B sono associati a patologie tumorali della pelle e degli occhi;
  • Gli UV-C sono quelli più pericolosi, tuttavia sono bloccati dallo strato d’ozono.

Inoltre, la sovraesposizione al sole causa varie forme di arrossamenti, che possono essere eritemi, accompagnati da prurito e desquamazione, e scottature, legate a una sintomatologia più complessa che va dal semplice dolore e formazione di vescicole, a febbre e brividi.

Tuttavia, gli UV hanno anche effetti positivi per il nostro organismo: stimolano la produzione di melanina e quindi l’abbronzatura (UV-A) e di vitamina D e quindi il benessere delle ossa (UV-B); la luce solare ha anche effetti positivi sull’umore poiché è connessa al rilascio di endorfine e sul sistema immunitario.

Come è possibile godere dei benefici del sole evitando le conseguenze negative?

Le creme solari sono soluzioni dermoprotettive pensate appositamente per filtrare le radiazioni più dannose, senza però impedire che stimolino in modo positivo il nostro organismo.

Le creme solari riportano un valore numerico detto Fattore di Protezione Solare o SPF: più alto è, più la pelle è protetta.

Tuttavia, non bisogna per forza puntare al numero più alto possibile, ovvero 50+: il valore SPF più indicato varia da soggetto a soggetto in funzione del suo incarnato, ovvero chi ha la pelle naturalmente più chiara avrà bisogno di un Fattore di Protezione Solare alto (da 30 a 50), mentre chi la pelle naturalmente più scura o si è già un po' abbronzato potrà scendere a un Fattore di Protezione Solare medio (da 15 a 29) o basso (da 6 a 15). È comunque importante mettere sempre e comunque della crema solare anche bassa, a prescindere da quanto sia scuro l’incarnato o l’abbronzatura.

Scopri tutte le nostre creme solari e ottieni un’abbronzatura bella e salutare!


Ultimi articoli

23 giugno 2022

Caldo, zanzare, stress: come dormire bene?

Anche se per molti significa vacanze e relax, l’estate non è tutta rosa e fiori: le alte temperature, l’afa soffocante e l’assalto costante delle zanzare e di altri insetti si aggiungono alle piccole e grandi...

20 giugno 2022

Come far passare il mal di pancia?

Mal di pancia” potrà non essere un termine scientifico, ma ben inquadra quei dolori addominali che colpiscono un po' tutti noi.

Tipicamente, il mal di pancia si manifesta con crampi e sensazione di...

10 giugno 2022

Che cosa è l'acido ialuronico?

In molti prodotti di bellezza si sente menzionare l’acido ialuronico: ma di cosa si tratta esattamente e in che modo fa bene alla nostra pelle?

L’acido ialuronico è un polisaccaride che viene...